Tamponamento - Blog - Studio Bosco S.r.l.

Vai ai contenuti

Menu principale:

Tamponamento

Pubblicato da Studio Bosco in Sentenze · 30/4/2015 10:01:00
\t \t \t \t
Un guidatore viene tamponato, l'impatto è violento ed i danni al retro della macchina sono ingenti, non ha colpe, se non quella di essere stato nel luogo sbagliato al momento sbagliato.
Il conducente del veicolo che ha subito il danno omette di dire che stava controllando le notifiche dello smartphone, ma lui non è la diretta causa dell'incidente, avrà sicuramente diritto ad un risarcimento!
Ma ne siamo proprio sicuri?
Nulla è scontato per la Cassazione, difatti, con sentenza 10719, depositata il 27 giugno 2012, ha ribadito la concorsualitá di entrambi gli attori dell'incidente, poiché, come recita il verdetto, "il conducente deve essere in grado di garantire in ogni caso l’arresto tempestivo del mezzo, evitando collisioni con il veicolo che precede", è di fatto onere di entrambi i guidatori mantenere una condotta prudente sulle strade, qualora, quindi, fosse dimostrato che la "vittima" dell'incidente abbia deliberatamente mancato a questi requisiti, il giudice stabilirebbe la concorsualitá delle cause dell'incidente, sollevando chi di competenza l'onere di un risarcimento danni in favore dell'attore che ha subito il danno.
La volontà di cagionare un danno, anche se a se stessi, è un reato.



Nessun commento

 
Torna ai contenuti | Torna al menu